Distributori di carburante stradali: domanda di autorizzazione per l'installazione o la modifica dell'impianto

Iter

L'iter previsto per l'installazione di un nuovo impianto di distribuzione carburante è definito in dettaglio dal Regolamento regionale 10/01/2006, n. 2, art. 17.

I lavori per la realizzazione di nuovi impianti devono essere ultimati entro il termine massimo di due anni dal rilascio dell'autorizzazione. Il termine in presenza di comprovata e documentata necessità, può essere prorogato per ulteriori 12 mesi oppure, in caso di documentata causa di forza maggiore, per tutta la durata dell'impedimento.

Entro il termine di ultimazione dei lavori deve essere presentata la richiesta di collaudo (Legge regionale 16/04/2015, n. 24, art. 54).

Rilascio di provvedimenti finali
Quando il procedimento amministrativo si conclude positivamente è emesso un provvedimento (Legge 07-08-1990, n. 241, art. 2). Per ottenere il rilascio del provvedimento consulta la sezione servizi connessi
Durata massima del procedimento amministrativo
60 giorni
Procura
L'istanza può essere presentata da un procuratore, che deve sottoscrivere la Dichiarazione sostitutiva dell'atto di notorietà resa dal procuratore.
Moduli da compilare e documenti da allegare
Domanda di autorizzazione per l'installazione/modifica di impianto di distribuzione carburanti
Autocertificazione del possesso dei requisiti morali
Copia del nulla osta attestante la disponibilità per lo sfruttamento dell'area
Dichiarazione di pagamento dell'imposta di bollo
Disegni planimetrici dell'impianto
Relazione tecnica o copia della documentazione relativa al distributore
Composizione dettagliata dell'impianto
Perizia giurata
Stralcii di mappa
Segnalazione certificata di inizio attività per impianti ed edifici soggetti a certificato di prevenzione incendi
Ultimo aggiornamento: 06/04/2020 11:18.17